Edizione 2019

Media

 

Il commento di Claudio

 
Claudio Capuano
 

Carissimi Adriano e tutto lo stafffffff ....(con tante effe)
cosa dire al ritorno di questa avventura? che è stata una esperienza sublime, che ti lascia addosso la sabbia e nel cuore e nell'anima tanta riconoscenza verso di voi, che avete organizzato il tutto andando oltre l'umano.
Riceverete tantissime lettere di ringraziamento, per cui siete abituati, ma lasciate che al coro si aggiunga anche questa mia modesta testimonianza. L'emozione di correre nel deserto, è stata così forte che non penso sia finita qui.
Il mal d'Africa si è impossessato di me. Correre tra le dune con il vento in faccia e pochissima visibilità, con te che ci facevi da faro, è andato al di là delle mie aspettative. Non pensavo fosse così ubriacante. L'ultima tappa volevo non finisse mai. E grazie a te siamo riusciti a finirla nonostante il tempo avverso. Fare gli ultimi chilometri in jeep sarebbe stato umiliante! E' bello sapere che c'è una organizzazione unica nel suo genere che porta tutti, dico tutti, al traguardo. Che dire poi di Fulvio, che impastava con le mani le persone, rimettendole in piedi, e poi Angelo, Claudio, Manuel, e tutto il gruppo delle splendide ragazze che ci sfamava, i cuochi, e tutti gli altri di cui non ho saputo il nome ma le loro facce sono rimaste impresse, indelebili, nella memoria. Ci saranno altre avventure con voi, questo è sicuro, altri viaggi, altre albe e altri tramonti da consumare insieme finchè durerà il mio tempo.
Per ora non so cosa aggiungere, se non tutto il mio grazie a cuore aperto, senza reticenze. Grazie perché siete uno staff che permette di realizzare sogni che altrimeni rimarrebbero tali, grazie perché capite le esigenze di chi si cimenta in queste imprese per mille motivi, personali e sportivi, e accontentate tutti bravi e non bravi, primi e ultimi, dotati e meno dotati, con professionalità e discrezione. Grazie perché con voi, ci si sente protetti e sicuri anche quando le condizioni diventano critiche. Grazie perché con uno staff così si possono affrontare in sicurezza viaggi e maratone estreme e difficili.
Ora aspetto foto e film con molta curiosità, perché questa avventura sia immortalata per sempre, e nella mente già scattano nuovi traguardi e nuove sfide. Adesso ho quasi tutti i vostri gadge che ho comprato con vero piacere (anche perché sapere che vanno in beneficenza aumenta il piacere)e li indosserò con fierezza e un oncia di grandezza.
Il vostro affezionatissimo Claudio Capuano pettorale n. 16 arrivato 86°. (ultimo nel Chott e terzultimo nel Sahara.. sto migliorando...)

Edizioni precedenti
Atleti per nazione
Table 'Sql45846_1.concorrenti_2019' doesn't exist