Edizione 2019

Media

 

Il commento di Adriano Zito

 
Adriano Zito
 

E ora abbiamo finito di scherzare!
Coloro che ci avevano richiesto un percorso più sabbioso e più impegnativo sono stati accontentati, questo è il mio primo commento al nuovo tracciato di questa prima edizione del secondo decennio. La nuova 100 km del Sahara comincia con le dune e finisce con le dune, circa il 70% dell'intero tracciato risulta ricoperto da sabbia e oggi l'ambientazione è veramente il deserto del nostro immaginario. Evidente è che la fatica richiesta è stata notevole, ma come sempre sostengo, il deserto ha questa grande capacità di motivare gli atleti in modo imprevisto e fa trovare energie sconosciute che portano il limite di ogniuno molto oltre a quello che ogniuno pensa. Dato importante e che anche se il percorso di gara è risultato molto più impegnativo del solito, tutti gli atleti iscritti, con la unica eccezzione di un ritiro per malattia, sono giunti al traguardo finale, per cui è indiscutibile che la 100 km del Sahara, anche nella nuova edizione è l'estremo alla portata di chi vuole cimentarsi nella propria sfida e vincerla.
Complimenti a tutti, sportivi e personali per l'approccio ed il trasporto con cui tutti i presenti si sono fatti affascinare ed emozionare dall'unicità di un ambiente unico ed irripetibile, il deserto.
Spero a presto un abbraccio sincero Adriano

Edizioni precedenti
Atleti per nazione
Table 'Sql45846_1.concorrenti_2019' doesn't exist